Galleria d'arte antica "Principessa Sissi"®
Via Gemona 10\12
33100 Udine (Italia, Italien, Italy), tel.+39 0432 229741, +39 3482325219

(Registro imprese Udine UD-237375, P.I.02124260304)


LINKS /LETTERATURA CONSIGLIATAPRIMA PAGINACHI E DOVE SIAMOCONTATTO\
RICH.NOTIZIE
GALLERIA  
LINKS /LITERATUREHOME PAGEWHO AND
WHERE WE ARE
CONTACT\
INFORMATION
ALL IMAGES
 

--> IMPORTANTE: Per richiedere prezzo o informazioni su quest'opera, clicca la casella rossa CONTATTO\RICH.NOTIZIE subito qui sopra. Si aprirà automaticamente la mail per noi a info@principessasissi.it

Vienna, 1832 c.a, periodo biedermeier, ebanista di corte Mathias Krupnik (Windmuehle - Wien 63), marcata in originale dall'autore, molto rara poltrona - letto meccanica estensibile e reclinabile appartenuta verosimilmente a Maria Dorothea von Württemberg (Carlsruhe – Slesia 1797 – Budapest 1855), arciduchessa d'Austria principessa d'Ungheria, Boemia e Toscana (vedi timbro a fuoco originale dell'epoca con monogramma e corona arciducale impresso nella struttura dell'opera). L'opera, lastronata in piuma di ciliegio, di rilievo museale, si trova in condizioni d'integrità con meccanismo perfettamente funzionante. Alla pressione dei bottoni collocati sotto i braccioli, si aziona un complesso mccanismo che permette il posizionamento dello schienale all'altezza desiderata. Nella parte anteriore, si può estrarre il poggiapiedi a scomparsa che conserva ancora la pelle originale dell'epoca, anch'esso posizionabile all'altezza desiderata. Tale tipo di poltrona, brevettata nel 1832 da Mathias Krupnik, ebanista di corte con licenza imperiale (ricerca effettuata presso archivi della Repubblica d'Austria in Vienna– estremi deposito brevetto Jahrbuch XVIII S. 516, Nr. 1766), era destinata prevalentemente a persone malate ma non solo. L'opera si trova in condizioni d'integrità appunto. E' stata solo rinfrescata nella lucidatura con gommalacca a tampone applicata con tecnica di standard museale su prima patina originale preservata appunto. Al di sotto dell'elegante raso nero posizionato per motivi estetici, è stata preservata per la maggior parte la tappezzeria originale con la stoffa dell'epoca, opportunamente igienizzata.Ruotine per lo spostamento in porcellana e bronzo originali. Letteratura per Mathias Krupnik Heinrich Kreisler, die Kunst der deutschen Möbel, pag. 94. Provenienza collezione nobiliare centro europea. I mobili antichi dell'epoca preindustriale con sofisticati congegni meccanici vantano particolare interesse museale e collezionistico, non solo dal punto di vista artisticoo della storia dell'arredamento,  ma anche per la genialità di queste creazioni, rare e ricercate, che documentano il progredire della tecnica nella storia della civiltà umana. 

Maria Dorothea Principessa di Württemberg (nome completo Maria Dorothea Luisa Gugliemina Carolina von Württemberg), naque il 1 novembre 1797 a Carlsruhe (Pokój) nella Slesia tedesca; morì il 30 marzo 1855 a Budapest. Fu per matrimonio Arciduchessa d'Austria, Palatinessa di Ungheria e principessa d'Ungheria, Boemia e Toscana. Il 23 agosto 1819, sposò a Kirchheim unter Teck l' Arciduca Giuseppe Antonio Giovanni d'Austria, imperatore Palatino d'Ungheria, settimo figlio dell'imperatore Leopoldo II della casata Asburgo-Lorena e dell'infante di Spagna Maria Luisa Borbone. Donna di grande cultura, di fede protestante, fu nota e molto amata per la sua benevolenza e generosità. Nota per avere introdotto in Ungheria l'uso dell'albero di Natale, chiamato a lungo Dorotheebaum. Morì giovane a 58 anni nel castello di Buda per un ictus.